Differenza tra due aromi con lo stesso nome

Differenza tra due aromi

[sc_srbannerhome]

Nella ricetta “X” è previsto l’aroma “Y” della TFA, posso utilizzare quello della CAP?

Questa è la domanda che mi fanno in continuazione, penso sia la causa principale del mio esaurimento nervoso. Faccio l’ultimo tentativo prima di arrendermi e dare definitivamente torto a Darwin.

Un azienda che produce aromi alimentari è composta da diversi professionisti, ognuno con uno scopo diverso. Tra questi ci sono i gli Aromatieri. Semplificando il processo che porta alla creazione di un aroma, il film è questo:

L’azienda chiede all’Aromatiere di realizzare l’aroma Fragola.

L’aromatiere ricorre ai processi descritti in precedenza per realizzare l’aroma.

[sc_srbannerhome]

Ma… Ogni produttore ha esigenze diverse, ed ogni aromatiere ha una memoria olfattiva diversa, quindi per quanto riguarda l’aroma fragola avremo diversi sapori tanti quanti sono i produttori.

Facciamo chiarezza,

Prendiamo in considerazione l’aroma Fragola, esiste in diverse varianti, Fragola, Fragola matura, Marmellata di Fragole, Fragola Geleè e così via.

[sc_srbannerhome]

Prendiamo il caso dell’aroma Fragola offerto da FA e la Fragola (Strawberry) offerta da TFA, stesso nome, due sapori diversi, quello offerto da FA è il sapore delle fragole varietà “Amandine”, quelle che troviamo al supermercato insomma. Quello offerto dalla TFA invece ricorda molto la varietà “Senga Sengana”. Quindi, utilizzando una anziché l’altra, si otterrà un risultato per forza di cose diverso. Se poi usassimo quella di CAP che ricorda molto la gelatina di fragole il risultato sarebbe ancora diverso. Quindi, per ogni azienda gli aromi saranno per forza di cose diversi. Non esiste un azienda migliore o peggiore, non esiste un aroma migliore o peggiore, esistono aromi che più si rifanno al nostro palato o meno. Un po come una carbonara fatta da un cuoco italiano e una fatta da un cuoco inglese. Spero che il dubbio sia chiarito….